giovedì 6 agosto 2015

[...]

98 commenti:

  1. La frase è scorretta grammaticalmente (terremo > terranno), quindi la promessa è nulla.

    RispondiElimina
  2. si riferiva sicuramente al partito di marco rizzo e a quello di franco turigliatto

    RispondiElimina
  3. Che il Nostro analfabeta di andata ignori elegantemente l'uso del pronome relativo-nonché l'esistenza stessa del pronome relativo) non stupisce neanche un po'; così come non stupisce che intenda cacciare dalla RAI ( ma anche dalle Istituzioni e dal Paese) i partiti tutti e qualunque autentica rappresentanza dei cittadini.

    Intendiamoci: tutti, meno il Partito Unico Della Nazione, a cui la 'nuova RAI' darà il suo concreto, determinante e, soprattutto, libero contributo.
    Dal PNF al PDN : il processo è in atto da un pezzo e lo sappiamo molto bene: ancora qualche ritocco e sarà completato.
    Con una differenza rispetto al PNF: "questo qua" caccia via gli altri partiti, ma non le mafie.
    Le mafie tutte le ama, le abbraccia, le ingloba: sono la sua garanzie e il suo tessuto connettivo.

    RispondiElimina
  4. Il Magnifico Paccaro

    RispondiElimina
  5. Guardi che è tutto corretto. Renzi davvero con la sua riforma vuole tenere i partiti fuori dalla RAI. Ci vuole mettere il governo. Ah, avesse avuto il tempo...

    RispondiElimina
  6. Cadrà e sarà appeso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A testa in giù. Non ci manca molto.

      Elimina
  7. commento al post successivo "Ciao a tutti"... Malvino non la dia vinta al bulletto di firenze, quello ne ha sparate così tante, una più, una meno...
    comunque grazie di tutto, ho imparato più cose da questo blog che dal resto dell'"informazione" italiana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi unisco a @Fetente e alle sue considerazioni.

      Mollare per colpa di un personaggetto spregevole, creatura di una campagna mediatica letteralmente criminale, no, non mi sembra giusto.
      Se poi ci sono motivazioni più profonde, che spingono a interrompere un dialogo che va avanti da anni, le rispetto.

      Ma a me, di non trovare più Malvino, dispiace, dispiace molto.

      Elimina
    2. Mi accodo al dispiacere, grazie per tutti questi anni di pensiero brillante e sempre utile per aiutarmi a riflettere in punti oscuri.

      Dispiace molto

      Elimina
  8. Caro Malvino, capisco l'amarezza del suo commiato, ma voglio credere che sia soltanto un attimo di cedimento al pessimismo della ragione; del resto lei sa benissimo - ha sempre saputo - che certe posizioni, a cominciare dal rigore intellettuale, sono sempre state minoritarie nel nostro Paese e che difficilmente vengono perdonate, men che meno di chi usa categorie adolescenziali - i gufi e i rosiconi - per di più condensate in 140 caratteri per costruire il linguaggio della polis.
    Per quanto io non dubiti che potendolo, il Rignanese non avrebbe scrupoli a introdurre la categoria dei nemici interni del regime ed il conseguente reato di disfattismo (persino Starace avrebbe avuto ritegno a parlare di "rosiconi"), penso anche che una mossa capace di avvicinarci alla Corea del Nord o alla Cina non sarebbe un gran biglietto da visita per il Nostro: siamo pur sempre in Europa e l'Art. 21 della Costituzione non è ancora stato abrogato; se mai dovessimo arrivarci sarà più che altro per la naturale tendenza nazionale all'allineamento spontaneo da "tengo famiglia" nelle sue varie declinazioni; e - domanderebbe qualcuno - che ha a che fare, lei, con gli schiavi ?

    Non sono così ingenuo da pensare che non ci siano rischi concreti di derive verso un autoritarismo soft, tutt'altro; ma proprio per questo c'è bisogno che la nottola di Minerva venda caro il piumaggio.

    RispondiElimina
  9. Dai Castaldi, fa minga il pirla! Mi riferisco all'ultimo post "Ciao a tutti".

    6iorgio

    RispondiElimina
  10. Non lo faccia (sempre commento all'ultimo post). Poi per leggere qualcosa contro il fenomeno mi toccherebbe andare sul grillismo, cosa contraria alla mia igiene intellettuale.

    RispondiElimina
  11. Per l'amor del cielo, ci dia un segno, ho mio marito che da quando ha scritto il suo post di commiato, è entrato in crisi. Sta monitorando il suo blog in attesa di un suo segno... a pranzo e a cena le uniche frasi sono "niente, ancora niente". Lei si rende conto di come può ridurre una moglie? Si prenda la responsabilità di ciò che è stato ed è il suo blog e scriva!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci ripensi e ricominci, altrimenti come faccio a passar di qua ad imparare?
      Sappia che non Le invidio solo stile e contenuti, ma pure lettori come Scialocco.
      Stia bene,
      Ghino La Ganga

      Elimina
    2. Dottore,
      Sono in astinenza, me le verga due righine? :-)

      Elimina
  12. Era ora che Malvino imparasse a risparmiarci le sue nauseanti opinioni sul conflitto Israelo-Palestinese. [tento con la reverse psychology]

    RispondiElimina
  13. Io invece il suo commiato non lo capisco per niente.
    Ma come? Dopo tutti questi anni getta la spugna per una puzzetta come Renzi? No, dica la verità. C'è sotto qualcos'altro. Magari si è rotto le palle. Ci mancherebbe, è legittimo. Ma smetterla per Renzi no, non gliela perdono.

    RispondiElimina
  14. http://i58.tinypic.com/24lqvkx.jpg

    RispondiElimina
  15. Dipanato il mistero. Ho trovato un bel pezzo sul caso Malvino:

    "Alla parabola di Malvino manca solo un (bel) finale"

    A quanto pare, gia' circolavano

    "voci [che] lo volevano in partenza. «Un momento molto delicato»."

    La sua storia la conosciamo. Commentatore acuto e sprezzante,

    "subito a suo agio nella nuova realtà europea, ha poi conosciuto una fase delicata all’inizio del 2015, disturbato da troppe voci"

    "Il solito copione: vincere una battaglia, anzi, la battaglia, non equivale a vincere una guerra."

    "Un periodo difficile. «Sì, veramente, un momento molto delicato. Per fortuna in quel periodo sono stato raggiunto dalla mia famiglia, e così ne sono uscito»."

    Cosi' commenta la sua nuova vita senza blog:

    "«All’inizio è stato un po’ difficile. L’adattamento non è stato scontato. Ma pian piano mi sono integrato in questa nuova realtà e adesso sto bene, sono sereno»."

    E sulla possibilita' che la lontananza dalla scrittura possa ritardare le sue ammirate facolta' intellettive, lui commenta laconico:

    "«Ma io resto concentrato»"
    "«E poi vedremo come continuerà questa avventura...»."

    Ai suoi lettori lascia un affettuoso saluto:

    «Fa sempre piacere avere degli estimatori, ma io preferisco pensare soltanto a quello che ci sta succedendo»

    http://www.gdp.ch/sport/calcio/alla-parabola-di-malvino-manca-solo-un-bel-finale-id74446.html

    RispondiElimina
  16. ok, non ci resta che indire un referendum. il quorum facciamolo scegliere a renzi, tanto con il 99 per cento non c'è partita

    RispondiElimina
  17. ohibò, ho capito solo adesso che l' ultimo post era di commiato. Gli addii non sono il mio forte e dunque mi limito a fare una previsione. Secondo me Malvino approfitterà di questa autosospensione mediatica per dar vita ad un profondo ripensamento politico-esistenziale, ad una radicale ridefinizione gelstaltica della propria percezione del mondo dalla quale riemergerà marxista. Arrivederci a tutti.

    RispondiElimina
  18. My2cents per unirmi al coro di saluto e soprattutto ringraziamento.
    Non sempre d'accordo ma quasi sempre consapevole che ciò dipendesse da miei limiti, a tenermi qui è sempre stato il piacere di leggere la qualità di pensiero, quindi a prescindere dal merito, quindi anche quando in disaccordo.
    Sono tutto tranne che renziano e condivido diversi allarmi e prospettive di pericolo, ammetto però che la svolta dell'ultimo anno mi ha saltuariamente fatto sentire l'odore dell'eccesso e questo l'ho trovato un peccato, pur sapendo che se l'allarme ha la dimensione che le sue parole hanno sempre trasmesso è chiaro che l'ossessione diventi necessaria tensione.
    Dei pilastri di questo spazio (Ferrara, la Chiesa, i Radicali...) va effettivamente detto che Renzi è stato l'unico che ha visto un crescendo che gli altri non si sono visti riservare e quindi evidentemente il problema ha assunto dimensioni a noi sconosciute.
    Questo per dare due coordinate a questo saluto, non certo per dirmi convinto dal post che attribuisce a Renzi la scelta.
    Qualsiasi sia le auguro trovi il punto di equilibrio.
    Se e quando rientrerà faccia in modo che giri la voce così lo si saprà, l'idea che si torni qui ogni giorno in processione sono certo non piacerebbe nemmeno a lei.
    Per quanto offertoci fino qui, un grazie.

    RispondiElimina
  19. Quoto Scialocco, faccia il bravo e non ci abbandoni sulla nave che affonda.

    RispondiElimina
  20. Gentile sig. Malvino, la prego, stanno già morendo tutti i blog decenti!
    Ci dia un cenno della sua produzione intellettuale.
    Ci risparmi la deprivazione.
    Grazie

    RispondiElimina
  21. Ah, mi era sfuggito questo (da http://www.ticinonews.ch/sport/243822/malvino-ldquograzie-di-tutto-ma-vado-viardquo):

    > Malvino: “Grazie di tutto ma vado via”

    > Contento? "Sì certo, perché questa è una bella occasione per la mia carriera e anche perché potró riabbracciare mia moglie e mio figlio"

    > Potrebbe essere un arrivederci? "Perché no?"

    Ma il vero colpo di scena e' questo:

    > Di Renzetti cosa pensi? "Che è un presidente che ha fatto tanto [...] e che ci mette il cuore in quello che fa. Magari a volte è un po’ troppo tifoso e questo va a scapito della luciditá quando bisogna prendere delle decisioni, cosa senza dubbio non facile [...]. Ma credo che tutti [...] gli saranno sempre grati per quello che ha fatto".

    Un Malvino redento, che non ha trovato il coraggio di scrivere apertamente ai suoi lettori la sua svolta filo-renzettiana? Rimarra' il mistero.



    RispondiElimina
  22. ... ma vuole davvero che suo figlio cresca in un Paese dove il meglio della critica al sistema sono i brodini di Gilioli?
    (dopo cinque giorni di astinenza il malvinodipendente mostra aggressività e passa senza ritegno alcuno ai colpi bassi)
    GF

    RispondiElimina
  23. Volpi Ringrazio Malvino per questo blog, che seguo con interesse da circa sei anni. Ho commentato meno di quanto avrei voluto ma è ormai tardi per recriminare sul proprio comportamento.Spero che il blog , in un momento più tranquillo e felice per l'autore, possa riprendere.

    RispondiElimina
  24. A tutti, con infinita gratitudine per le belle parole spese sulla mia decisione: non smetterò di scrivere, non so figurarmi altro modo per mettere ordine ai miei pensieri, è solo che torno alla mia scrittura privata, quella che mi ha aiutato a metter ordine ai pensieri dal 1973 al 2004, prima di decidere di rendere pubbliche le mie riflessioni. La decisione non ha nulla a che fare con la stanchezza, ma con la presa d'atto che la retta argomentazione è diventato uno strumento inservibile in un contesto generale che è impazzito. Avete presente quello che sull'autostrada vede sfrecciargli ai lati centinaia d'auto che corrono in senso opposto a quello della sua marcia e pensa che sono tutti matti? Bene, io non voglio fare la stessa figura, perché so di aver ragione e non so fare a meno di dirlo, quindi da oggi in poi lo dirò tra me e me. Questo è tutto, e non è neanche frustrazione, giuro, ma è che dall'incipit alla chiusa di ogni post da qualche tempo mi sento utile, anzi utilissimo, solo a me stesso. Non me ne vogliano quanti con affetto mi assicurano del contrario: continuare ad aggiornare questo blog mi sembra ormai solo una sterile testimonianza. E tacciio dell'autocensura che fin qui mi ha appesantito le ali. Taccio degli insulti e delle minacce che mi sono piovute addosso ad ogni post su Renzi. Mi sono accorto di essere più letto che citato, il che fa di Malvino un corpo estraneo in un organismo dal sistema immunitario discretamente isterico. Diciamo che ho deciso d'incistarmi come una spora in sonno. Ciao a tutti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che dire? Peccato, mi mancheranno molto i suoi post. Spero possa ritornare un giorno sulla sua decisione. Un abbraccio.

      6iorgio

      Elimina
    2. " Diciamo che ho deciso d'incistarmi come una spora in sonno."

      Ecco, questo è il punto che mi dispiace e mi preoccupa.
      Ok, adesso va bene così. E' giusto e anche necessario, in certi momenti, fermarsi, isolarsi dal frastuono 'impazzito' che c'è fuori, fare silenzio anche dentro di sé.

      Ma poi, quando ci si accorge che in quell'autostrada non si è soli ad andare nel verso 'giusto', anzi, si è in tanti, è anche importante 'risvegliarsi' e riprendere la strada con tutti gli altri ( che sono tanti).

      Ma ora va bene così. Auguri e buon riposo. Un abbraccio.

      Elimina
    3. Ecco, sia chiaro: lettori come Annamaria non Glieli invidio, ma non si può nemmeno pretendere tutto.
      La esorto comunque a tornare a scrivere pubblicamente su questo blog, perché leggerLa mi serve tanto ad imparare.
      Dunque Le assicuro che non è utile solo se stesso.
      Attendo fiducioso.
      Stia bene, cari saluti
      Ghino La Ganga

      Elimina
    4. Capisco molto bene questo sentimento. Solo che io, al contrario di Lei, non sent(iv)o di essere utile nemmeno a me stesso quando scriv(ev)o qualche commento o qualche spiegazione. Non aiuta il fatto che col tempo ho perso anche la mia proverbiale sintesi, diventando contorto e (forse) addirittura compiaciuto della complessità.

      Passerà. Prima o poi.

      Un abbraccio.

      Elimina
    5. "da qualche tempo mi sento utile, anzi utilissimo, solo a me stesso"
      No Malvino, qui in tanti le dicono che la trovano utile, anzi utilissimo. E io sono fra quelli.

      Elimina
  25. Grazie di tutto.
    rob

    RispondiElimina
  26. Grazie di tutto.
    rob

    RispondiElimina
  27. Uhm, a questo punto mi sarei aspettato di vedere bloccati ulteriori commenti... che succede, il blog è chiuso ma l'autore torna ogni tanto a vedere quanti gli chiedono di non mollare? In tal caso, noi insistiamo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi limiterò a bloccare i tuoi :-D

      Elimina
    2. @ fetentone
      educazione non va confusa con indecisione
      e poi un blog lungo 12 anni è una parte non proprio insignificante della propria vita. che dovrebbe fare, staccare la spina e buttarla nel cesso?

      Elimina
    3. ok, era solo per cercare un appiglio per non perdere tutte le speranze!
      Comunque grazie di tutto anche da parte mia e i migliori auguri per il futuro.

      Elimina
  28. Sei, da quasi 12 anni, il mio maître à penser, lo dico senza ironia o esagerazione. Mi dispiace che tu smetta di scrivere sul blog, ma capisco perfettamente il tuo punto di vista.

    Lorenzo L.

    RispondiElimina
  29. Naturalmente mi auguro anche io che torni un nuovo periodo... essoterico nella vita intellettuale di Malvino; anche se mi dispiace, dopo tutti questi anni può essere persino necessario riprendere il dialogo unicamente con se stessi. Una intimità che sembra naturale per chi legge ma che vale pure per chi scrive, specie quando ciò che si ha da offrire sembra il dono di Caino.

    Che Malvino fosse un corpo estraneo nella società civile non c'è dubbio. E può vantare illustri predecessori nella storia infettiva patria (non faccio nomi; ma sono grandi) epperò è destino dell'intelligenza viva l'essere più letta che citata e quando avviene l'inverso è guscio retorico, svuotato di ogni contenuto, pronto alla manipolazione e buono per il primo Renzi che passa.
    Sull'ammettere un terzo caso, che diventi patrimonio comune, meglio non illudersi. Ma questo lo sa perfettamente.

    Per quel che vale le confermo l'affetto del lettore.

    RispondiElimina
  30. Ciao Luigi. Pensavo che fosse uno scazzo temporaneo, in sincronia con qualche partenza e un "Vediamo quando torno". E invece. Ad ogni buon conto, è chiaro che non ci devi nulla. Non vorrei sembrare distaccato: condivido con gli altri la speranza che la decisione non sia definitiva. Anni fa leggevo moltissimi blog; ultimamente eri uno dei pochi che ancora seguivo. Non resta che ringraziarti per tutto quanto ci hai regalato.

    RispondiElimina
  31. "Addio, e grazie per tutto il pesce."
    Un cetaceo.

    RispondiElimina
  32. Cari saluti con stima e gratitudine.
    Arrileggerci (speriamo).

    RispondiElimina
  33. Passavo ogni tanto di qua per respirare qualche boccata d'aria fresca. Non sarà più possibile, peccato. Peccato perchè in giro la puzza è sempre più asfissiante...

    Franco Tremul

    RispondiElimina
    Risposte
    1. scusi, non crede che in giro la puzza è sempre più asfissiante a motivo che molti solo "ogni tanto" passano "per respirare qualche boccata d'aria fresca"?

      Elimina
    2. No.

      Franco Tremul

      Elimina
    3. infatti, dopo un po' ci si abitua

      Elimina
    4. Mai.

      Franco Tremul

      Elimina
  34. Non ho mai postato alcun commento al suo blog perche' sono abbastanza pigro e soprattutto ho sempre avuto una sorta di timore a confrontarmi con lei. Diciamo che ho assorbito i suoi commenti e li ho quasi sempre trovati concordanti col mio modo di pensare. Lei riesce spesso anche a darmi un angolo di visione a cui talvolta non ero arrivato (anche perche' la mia pigrizia molto spesso mi fa rimanere alla superficie evidente). Vivo a Singapore, ma non ho mai perso nessuno dei suoi post negli ultimi 4 anni e questo spazio e' una delle pochissime fonti di informazione che ancora tengo aperte per rimanere aggiornato sulla situazione in patria. Come il marito di qualcuno anche io sono giorni che ritorno per verificare se ci sono novita'.
    Vorrei chiederle come altri in precedenza di non lasciarmi senza questo spazio, anche se capisco che il mio contributo e' stato nullo fino ad ora e la richiesta puo' sembrare tardiva e molto egoista.
    Grazie di tutto

    Muzio Mariani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la sua richiesta, come altre del resto, tocca il cuore, e non si può dire che Malvino abbia solo cervello. speramus

      Elimina
  35. Senta, Maestro: ma neanche il sobrio funerale cattolico del Casamonica la smuove?
    Suvvìa. Eh.
    Un caro saluto, ci ripensi e stia bene.
    Ghino La Ganga

    RispondiElimina
  36. Peccato davvero. Quando non ne potevi più di leggere scemenze in giro per il web, scorrevi il segnalibro fino alla voce "Malvino" e leggevi qualcosa di utile e intelligente. Peccato davvero.
    Grazie, comunque.

    RispondiElimina
  37. il richiamo del mio post di oggi è per te, pur nel rispetto delle tue sacrosante decisioni
    (non pubblicare il commento, grazie). ciao

    RispondiElimina
  38. Dottore, intanto grazie per il tempo dedicato e per tutto quanto ha avuto la pazienza di scrivere e spiegare (al bel mondo nulla è così insopportabile come l’attività di spiegare, ci ricorda Urzidil)
    Capisco che dal suo punto di vista tenere questo “spettacolo di arte varia”, in cui entrano la teologia e la pittura, la biologia e il diritto, i peggiori insulti e la sua meravigliosa scrittura, sia sprecare il suo tempo: forse una serie di saggi potrebbe essere più appropriato.
    Non pensi seriamente che scrivere sia utile solo a lei. intanto “utile” è un termine riduttivo: è appassionante e arricchente. se lei smette, ci impoverisce tutti.
    Con l’autorità di chi negli anni ha preso meglio le proprie misure, cioè ha capito di non valere veramente un cazzo, la esorto: faccia il suo dovere, torni alla tastiera.

    RispondiElimina
  39. Abbandonare il blog per via di Renzi? Aquila non captat muscas.

    RispondiElimina
  40. Malvino, la retta argomentazione ha la fortuna di sopravvivere a chi l'ha congegnata. L'opera di Euclide è stata inservibile in buona parte del mondo per alcuni secoli, dove è poi ridiventata negli ultimi due o tre il punto di partenza per la formalizzazione matematica più avanzata, ed oggi è il primo nutrimento di qualunque scolaro. La sensazione di andare nel verso sbagliato in autostrada è quindi legata a circostanze del tutto transitorie: se è vero oggi, potrebbe non esserlo domani. Inoltre, per molti che la leggono qua, questa scelta apparentemente scriteriata e perciolosa ha una spiegazione logica abbastanza solida: gli altri si allontanano dalla meta, ma lei ha continuato imperterrito "contromano" perché comunque vi si avvicinava (ma lei già sa "di aver ragione").

    Forse è anche un po' troppo pessimista, oppure sono io l'ottimista: le idee più sensate non hanno necessariamente sempre bisogno della maggioranza chiassosa per vincere nel concreto. Se ne potrebbe fare qualche esempio pensando a sentenze italiane, europee e americane che di tanto in tanto hanno scoperchiato il vaso di Pandora, poiché scaturite in contesti ove per costruzione l'argomentazione ha l'ultima sul chiasso. In altre parole, quando si è troppo scoraggiati, si può provare ad accontentarsi che all'ascolto vi siano le orecchie che contano (tra cui le nostre...).

    RispondiElimina
  41. Davvero una grossa perdita, spero in un ripensamento, un caro saluto e un sincero ringraziamento

    RispondiElimina
  42. Alla fine penso che la sua sia stata una scelta giusta, perché chi ha scoperto il suo blog e lo frequenta da tanti anni non smetterà di apprezzare il punto di vista controcorrente, magistralmente argomentato che smonta le teorie preconcette. Lei ha scardinato dogmi apparentemente inscalfibili, studiandoli e analizzandoli dall'interno per poi sbugiardare i loro interpreti e seguaci. Mi piace pensare che come in Fahrenheit 451 lei continuerà a scrivere e pensare tra sé e sé ma ognuno di coloro che l'hanno apprezzata e letta in tutti questi anni continueranno a fare lo stesso per sé stessi e per tutti coloro che vorranno ascoltare. Gli unici veri orfani di questa pagina sono i servi prezzolati dell'uomo della provvidenza presenti solo a difesa del loro idolo ma assenti su tutti gli altri argomenti della sua sterminata opera che non solo non erano citati ma neanche letti. A loro non restano che macerie, la ricerca di nuovi spazi virtuali da assaltare in nome del Caro Leader, e decaduto questo, per paura di restar soli con la propria mediocrità, abbracciare il nuovo pensiero unico rinnegandone il vecchio ma sempre seguendo la corrente. La ringrazio per aver voluto condividere con noi le sue riflessioni.
    Alberto Garbato

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mizzeca!!! Dati i miei poveri mezzi. Non mi vedo molto bene ne' come pensatore ne' come apostolo. Ancora non ho trovato un pensiero unico o un caro leader da abbracciare, ma, spento Malvino e sentendomi molto orfano, lei mi ha gia' fatto sentire una merda. Staro' attento. Grazie mille, Muzio

      Elimina
  43. Il bel gioco dura poco. Zagreo

    RispondiElimina
  44. Il trionfo Pennetta a Flascing Midos è il suggello definitivo: il Governo Renzie ha risolto tutti i problemi della Talia. A negare che il Gigante Toscano sia l' Uomo Della Provvidenza restano solo pochi disfattisti sovversivi avvelenati dall'odio, come Malvno, giustamente rilegati nell' Oblio Della Storia.

    RispondiElimina
  45. Allora però un po' manca l'empatia che si è creata con chi legge e spesso condivide i propri pensieri...

    Franco Tremul

    RispondiElimina
  46. 1 Fetente, 2 annamaria, 3 Anonimo 10 agosto (Dispiace molto), 4 Midnight Blues, 5 6iorgio, 6 Stefano, 7 Anonimo 10 agosto (e scriva!), 8 anskijeghino, 9 Vulvia, 10 tomate, 11 silvana tamburiel, 12 Anonimo 11 agosto (non gliela perdono), 13 Anonimo 12 agosto (24lqvkx.jpg), 14 Olympe de Gouges, 15 Gaspare di girolamo, 16 Bruno, 17 Giuseppe Terrone, 18 Lele (io), 19 GF, 20 Anonimo 14 agosto (Volpi), 21 ancora 6iorgio, 22 ancora annamaria, 23 ancora anskijeghino, 24 Luca "S." Martinelli, 25 il nano, 26 rob, 27 e 28 ancora fetente e Olympe, 29 ancora Fetente, 30 spider, 31 Midnight Blues, 32 Weissbach, 33 robxyz, 34 Roberto, 35 Anonimo 20 agosto (Franco Tremul), 36 Anonimo 20 agosto (Muzio Mariani), 37 Anonimo 20 agosto (speramus), 38 ancora anskijeghino, 39 Andrea Sacchini, 40 paolo brianzi, 41 mildareveno, 42 paolo de gregorio, 43 CoB, 44 Alberto Garbato, 45 Anonimo 02 settembre (Muzio), 46 Anonimo 30 agosto (Zagreo), 47 Giamba, 48 Anonimo 07 ottobre (ancora Franco Tremul).


    Gentile Malvino, conto 48 interventi che ri-chiedono di ri-leggerla.

    Allora, o mi trova almeno 50 interventi contrari oppure vorrebbe gentilmente e democraticamente tornare a scrivere qualcosa?

    :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. almeno di quando in quando

      Elimina
    2. Io comunque continuo a visitarla giornalmente. Le assicuro che un suo sussulto non passera' inosservato. Muzio

      Elimina
    3. Anch'io faccio altrettanto.

      Elimina
    4. Io mi aggiungo ai 48, e non è un doppio voto, giuro...

      Elimina
  47. Dr. Malvino

    Si sente forte la sua mancanza

    RispondiElimina
  48. Dr. Malvino

    Si sente forte la sua mancanza

    RispondiElimina
  49. Sento i suoi polpastrelli prudere dopo la vicenda Marino... Voglia condividere con noi i suoi pruriti.. :-)

    RispondiElimina
  50. Mi unisco al coro che reclama i suoi pensieri...

    RispondiElimina
  51. Con quello che succede in questi giorni a Roma, sentire il parere di un medico sarebbe confortante. Malvino quanto mi manca!

    RispondiElimina
  52. https://www.youtube.com/watch?v=t2XvtGVTP7M

    RispondiElimina
  53. Risposte
    1. @olympe de gouges:
      sempre detto che a Malvino invidiavo anche i lettori. Non proprio tutti, ma certi sì.
      Grande Olympe.
      Stai bene.
      Ghino La Ganga

      Elimina
    2. la brutta fine l'hanno fatta McCartney e Ringo Starr, che sopravvivono a se stessi

      Elimina
  54. a anskijeghino:
    mio caro amico, il punto è proprio questo: vorremmo continuare a essere suoi lettori

    a Mauro:
    e hai ragione pure tu ...

    RispondiElimina
  55. Malvino,
    non lo prenda troppo sul serio, Renzi finirà non appena finiranno i soldi....http://www.lavoce.info/archives/37895/tagli-di-tasse-nel-2016-si-scrive-23-si-legge-3/
    stia bene, ovviamente manca anche a me...

    RispondiElimina
  56. Proviamo con una petizione su change.org...?

    RispondiElimina
  57. nell'autunno dell'esistenza anche il piccolo malvo ha avuto il suo scossone mistico e si è riconvertito alla cara vecchia chiesa cattolica e non ha il coraggio di dircelo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Macché, macché, sempre - dannatamente - materialista.

      Elimina
  58. gentile Malvino avevo accettato la sua decisione e mi ero messo il cuore in pace.
    Poi le scosse da oltretevere mi hanno ridestato e la settimana scorsa ero venuto a leggere che non si sa mai ci fosse un commento sul fatto che adesso anche i divorziati potessero fare la comunione (pagando a discrezione del parroco s'intende).
    Oggi sono tornato che non si sa mai ci fosse un commento sulla giustizia delle toghe porpora che hanno arrestato i corvi che con le loro notizie tanta pubblicità positiva fanno a papa Ciccio.

    Va bene lasci stare Renzi, ma imploro un suo commento sul vaticano (o anche più di uno)

    Antonio

    RispondiElimina
  59. Dottore, la sollecito nuovamente a riprendere a condividere i suoi pensieri.
    Come vede, non ci rassegniamo.

    RispondiElimina
  60. Chiesa cattolica, massoneria, mafia, camorra, ndrangheta e tutte le altre mafie usano le stesse tecniche, fondate sulla "creazione della paura", per impedire agli individui di pensare, in modo da poterli controllare ed usare.

    CONTINUA SU: www.giamba2016.ilcannocchiale.it

    RispondiElimina
  61. Ma insomma con tutto quello che sta succedendo *deve* tornarle la voglia di pubblicare qualcosa...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma no, scrivere è mi irrinunciabile, di pubblicare posso fare a meno, almeno per adesso. Rimangono tutte intatte le ragioni che mi fanno fatto ritenere inutile continuare a farlo, e quel che sento, quel che leggo su "tutto quello che sta succedendo", come dice lei, non fa che confermarmi la bontà del principio igienico che ha ispirato la decisione.

      Elimina
    2. Sì, ma a noi che facendo i vaghi ripassiamo di qua, come fan quei gatti che ripassano dove si trovavano bene, non pensa?
      Eh.
      Stia bene.
      Ghino La Ganga

      Elimina
    3. A noi è irrinunciabile leggerla, gentile Malvino. Suvvia, faccia finire quel "per adesso".
      E intanto, buone feste e serenità.

      Elimina
  62. Ogni tanto passo a vedere se ci hai ripensato, un saluto

    RispondiElimina
  63. Dottore, con la fine dell'anno stavo pensando seriamente di eliminare il link a questo Blog dai miei preferiti, ma e' piu' forte di me e continuo a collegarmi nella speranza anche solo di trovare un commento in piu'. Se, come dice, scrivere le e' irrinunciabile, Spero di incontrarla e attingere nuovamente alla sua saggezza in qualche altra piazza. Buone feste a lei e a tutti gli "orfani" di Malvino. Muzio

    RispondiElimina
  64. SUSSIIDIO PEDAGOGICO

    In Thailandia un orangotango costruisce un’ amaca usando una coperta: http://video.corriere.it/thailandia-orangotango-usa-coperta-costruirsi-amaca/18d0f9fe-aaf5-11e5-a17b-123257f46421

    Tra un pò l’orangotango Platone chiamerà il suo cervello Anima e dirà che le amache reali sono una rappresentazione dell’Amaca Ideale. E sarà l’inizio della fine anche per loro.

    Continua sul mio blog

    RispondiElimina