martedì 30 maggio 2017

Pippe

Wikipedia gliene dà 35, ma Cerasa ha molti anni in meno, direi non più della metà a giudicare dalle tante pippe che si fa. Grosse occhiaie, ma poca fantasia, perché al ragazzo viene duro solo con laccoppiata Renzi-Berlusconi: possibile, probabile, immancabile, sicura, ci siamo quasi, ecco – e al culmine del climax, avendo un debole per i classici – «ifix, tchen tchen... ahhh!!!... sbozz!!!».
Si sa comè la pubertà, possiamo chiudere un occhio, via. È evidente, tuttavia, che la cosa può tornare dimbarazzo. Non tanto per Cerasa, che è giusto giunga ad una piena maturità sessuale nel modo che più gli aggrada, seguendo lindole: dimbarazzo, le sue pippe, possono tornare proprio a Renzi e a Berlusconi, che potranno pure avere una gran voglia di farsene una, e bella große, ma prima delle elezioni sono tenuti a mantenere un minimo di contegno e, dopo, a mostrarsi almeno un po ritrosi, quasi che a darci dentro, e di brutto, siano costretti, come a dire «non lo fo per piacer mio...». Un po dipocrisia piace tanto agli elettori del Partito Democratico e di Forza Italia, rende più eccitante scoprire dessere fatti della stessa pasta.
Be, non è difficile capire che le pippe di Cerasa facciano correre il rischio che l’incanto si guasti. Così, allincauto segaiolo è un maestro di buone maniere a dover dar consiglio.


18 commenti:

  1. Più che "maestro di buone maniere" direi maestro di politicame ipocrita da quattro soldi. Eppoi, anche facendo come dice lui (che magari si crede pure molto furbo e quindi intelligente a diffondere questa sorta di ABC del mestatore), se lo dice tanto smaccatamente, fa rischiare ai suoi mandanti il medesimo fallimento che lui paventa, ossia che l'inciucio manchi tutti i suoi scopi. Proprio a causa, cioè, di questa improvvida fuga di notizie riservate che gli si deve ascrivere, per non dire intelligenza col nemico pubblico grillino o potenzialmente tale.
    Ma no, no. Sappiamo invece tutti che il pubblico potenzialmente grillino, ai famosi antipasti di mia moglie .... ehm, ai famosi editoriali di Bordin, non è che presti poi tutta questa profonda attenzione. E che è pur sempre sconfinatamente più numerosa, piuttosto, le gente che ignora Radio radicale, per non parlare di quella che il Foglio lo prende in mano - in rarissimi, data la rarità della pubblicazione cartacea, ma accertati casi - al massimo per pulircisi il culo. Questo il famigerato pentolone di fagioli lo sa benissimo. Lui, cioè, sa bene a chi parla e che può permettersi di dire certe cose esplicitamente, senza mezzi termini o tema di essere ascoltato da orecchi nemici, ossia che non siano quelli degli addetti ai lavori inciucianti o tuttalpiù di quel manipolo dei loro affezionati quanto perversi tifosi coprofagi.
    E dire che questo stava e sta ancora coi Radiclai. I Radicali di Pannella, quello che predicava, mentre tutto l'attuale pubblico di Bordin non c'era e se c'era dormiva, l'introduzione in Italia del maggioritario uninominale bruto e puro, all'inglese. Senza il secondo turno, utile - secondo lui, ma come si poteva dargli torto in questo paese di Bordin? - solo agli incuciatori, ai commercianti di voti e ai loro tartufi (ogni riferimento al Nostro è decisamente voluto).

    RispondiElimina
  2. :-D
    Grazie Malvino, è mezz'ora che rido e mi ci voleva proprio.
    Però nel leggere quanto sopra, più che Bordin mi viene in mente Lambrenedetto XVI, youtuber lombardo, il quale in tutt'altra situazione e riguardo a tutt'altra gente così esplode:
    " ... questi casi umani che se ne stanno tutto il giorno nella loro stanzetta efebica, fra puzza di scorre e di sbobba, a scrivere quintalate di cose..." (anche lì ho riso parecchio).
    Stia bene, molto divertente passar di qua.
    Ghino La Ganga

    RispondiElimina
  3. A proposito di onanismo, complimenti a tutti e due...
    (Padrone di casa e commentatore, intendo).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi scusi Sig. Gigi, ma - se è al mio commento che si riferisce e almeno per quanto riguarda me - amerei chiarirle che nulla intendeva e poteva risultare più estraneo all'onanismo di quel che ho scritto qui sopra. Non fosse altro che per la circostanza obiettiva - scusate, ma è il Sig. Gigi che sembra interessato alla cosa, costringendomi a confessioni così terra terra (si immagini qui il famoso gesto del grande Pazzaglia) - che quando ho indulto a quel genere di esercizio, l'ho sempre fatto, semmai, in perfetta solitudine.
      Non vorrei però dare l'impressione di ritenermi superbamente "normale" in questo genere di abitudini. Anzi non escludo affatto che il "normale" sia lei, piuttosto. Che le pippe, evidentemente, è abituato a farsele (le sue) e ad ammirarle (le altrui) in pubblico.

      Elimina
    2. Lei è un attaccabrighe e signore lo dica a sua sorella!

      Elimina
    3. Prima butta il sasso, Gigi, e poi ritira la manina?

      Elimina
    4. E no. Se permette, lo vede anche un cieco che, come annota anche il nostro buon Dottore, è lei l'attaccabrighe. Cos'è? Prima mi dà del pippaiuolo e poi fa lo schizzinoso persino di fronte a una civilissima reazione? Cosa s'aspettva di meglio? Lei dev'essere un po' viziatello, sa, e - come ormai troppa gente, ahimé - mi ricorda il poco nobile conte di questa famosa scena di Sordi.:
      https://www.youtube.com/watch?v=CdSzOR54aFg

      Elimina
    5. Dotto' io non ho aggredito nessuno, ho replicato delicatamente ad un suo appunto, non​ altrettanto delicato, a Bordin;
      Argomentare per ribattere al suo ospite mi sembra un inutile spreco di tempo, visto che scrive senza dire un cazzo...
      Quanto al suo pensiero, ne riparliamo quando a fare la coalizione saranno 5 stelle e lega, con la benedizione di Davigo e Antonino Di Matteo...

      Elimina
    6. E dove sarebbe l'indelicatezza nei confronti di Bordin? Gli ho dato addirittura del "maestro di buone maniere".
      In quanto alla coalizione tra M5S e Lega, stia tranquillo: coalizione ci sarà, ma sarà tra Renzi e Berlusconi, che suppongo le diano più affidamento di Grillo e Salvini, che peraltro sono incognite, mentre gli altri due li abbiamo visti al governo del paese, e sappiamo che sono garanzia di serietà e capacità.
      Tiri un sospiro di sollievo pure sull'eventualità che a benedire il nuovo esecutivo siano Davigo e Di Matteo: lo benediranno Verdini e Ferrara.

      Elimina
    7. Per Gigi Manca.
      Ehilà! E già, in effetti ha proprio ragione lei: nel suo caso il "Sig." è davvero di troppo. Giacché non c'è di peggio di chi aggredisce insultando e poi si scandalizza come una zitella acida se uno gli replica. E meno male che "scrivo senza dire un cazzo", ut ipse dixit. Figurarsi se gli avessi detto (qui lo dico, qui lo nego e qui soltanto lo ipotizzo astrattamente): "A str., ma chi te s'è mai cop.rto?!".
      Chiedo umilmente scusa al Dottore e chiudo qui questa ignobile gazzarra da cortile, quanto meno indegna del suo blog.

      Elimina
    8. Un direttore! C'è solo un direttore! Uuun direttooreee, c'è solo un direttooreee!!!

      Elimina
  4. Vabbè, comunque, quello che ha detto Bordin è esattamento ciò che stanno facendo Grillo e Salvini. In questo i sovranisti stanno un passo avanti, tocca dirlo.

    RispondiElimina
  5. su con la vita, giù con la reminiscenza (cit.)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. https://www.youtube.com/watch?v=p40cQoKbRL4

      Elimina
    2. www.youtube.com/watch?v=15Nht-_smm8

      Elimina